Tecnologia

Gli impianti dei due siti produttivi sono stati progettati, realizzati e implementati in ragione delle necessità di produzione. L’esperienza maturata nel tempo dalle risorse impiegate ha consentito di avere degli accorgimenti tecnici che garantiscono una continuità di prodotto e, conseguentemente, di performances. In particolare l’ultimo impianto nato (sito di Calvisano) è stato realizzato avendo delle attenzioni particolari: i nastri trasportatori dei prodotti con granulometrie più fini sono tutti coperti per evitare la possibilità di avere polveri volatili. Sull’impianto sono installati dei deferizzatori in un numero adeguato per garantire la rimozione di metalli ferrosi all’interno del prodotto finito. Tutti i frantoi ed i mulini lavorano sotto cappe aspiranti per evitare l’emissione in aria di polveri, le cappe sono collegate ad un sistema di filtraggio per il recupero di tutte le polveri. Tutto l’impianto è alimentato ad energia elettrica per ridurre al minimo l’impatto ambientale. Tutti i mezzi utilizzati sono di ultima generazione e vengono costantemente manutenzionati per ottimizzarne l’efficienza e ridurre le emissioni in aria. L’impianto viene costantemente mantenuto pulito con l’obiettivo di evitare dispersione di materiale sul suolo. Vengono monitorate le performances di produzione con l’obiettivo di instaurare un metodo finalizzato al miglioramento continuo.

L’impianto sito in Montichiari, gestendo diverse tipologie di materiali, ha un sistema produttivo più versatile. Tutto l’impianto è dotato di sistemi di abbattimento delle polveri, convogliatori d’acqua in appositi impianti di recupero. Tutta la gestione è monitorata costantemente attraverso sistemi elettromeccanici di controllo. La presenza di personale qualificato e l’adozione di un sistema di gestione puntuale garantisce un livello di controllo molto elevato.

Economia circolare

La valorizzazione delle scorie nere e degli inerti da cicli termici per la realizzazione di nuovi prodotti da costruzione. Ridurre al minimo l’impatto ambientale racchiuso dalle tre erre, ovvero ridurre, riutilizzare e riciclare, è un percorso circolare che passa anche dall’adozione di impianti di nuova generazione per il trattamento e recupero di rifiuti inerti non pericolosi. L’utilizzo di queste materie prime secondarie permette la completa sostituzione di materia prima proveniente da cave con evidenti benefici per l’ambiente.

Flussi di produzione Calvisano

Flussi di produzione Montichiari